• Seguici su

      Professione Freelance | Seminario a cura di ACTA

      ACTA, la prima associazione costituita in Italia nel 2004 per dare rappresentanza ai  lavoratori autonomi, organizza a On/Off un seminario gratuito per illustrare le novità della Legge di Stabilità 2016 per partite IVA, freelance liberi professionisti.

      Programma del Seminario

      A cura  di:

      Barbara Porteri, referente ACTA per il Piemonte e coordinatrice nazionale dei referenti regionali;
      Irene Bortolotti e Silvia Sisti, referenti ACTA per l’Emilia Romagna
      emiliaromagna@actainrete.it

      • ACTA, l’associazione dei freelance, è la prima associazione costituita in Italia per dare rappresentanza ai professionisti del “terziario avanzato” che sono lavoratori autonomi: chi siamo, cosa facciamo e perché lo facciamo
      • Le novità per i freelance già certe: dopo tanti annunci, vediamo insieme cosa effettivamente che ci riguarda nella Legge di Stabilità già approvata riguardo regimi fiscali, malattia e fondi europei
      • Dopo mesi in cui sono circolate bozze, abbiamo finalmente la versione ufficiale dello Statuto del Lavoro Autonomo: vediamo insieme cosa cambia per la nostra realtà lavorativa e su cosa è necessario cercare di incidere
      • Quali sono le iniziative di ACTA e i servizi offerti ai soci, sia a livello nazionale che regionale in Emilia-Romagna: assistenza fiscale, fattura elettronica, sportello ACTA e molto altro da costruire insieme

       

      Cos’è ACTA

      ACTA è la prima associazione costituita in Italia per dare rappresentanza ai professionisti del “terziario avanzato” che sono lavoratori autonomi: formatori, ricercatori, informatici, creativi e altre categorie di consulenti, generalmente operanti al di fuori di Ordini e Albi professionali, tutte accomunate dal rivolgersi a clienti che sono imprese o enti della Pubblica Amministrazione.

      ACTA nasce nel 2004 dall’iniziativa di un gruppo di professionisti, è indipendente dai sistemi di rappresentanza politica e si propone di colmare un vuoto nella rappresentanza del mondo del lavoro. Riteniamo che le associazioni sindacali e imprenditoriali esistenti non possano rappresentare i nostri interessi, sia perché i loro target di riferimento sono altri – i cui obiettivi possono anche entrare in collisione con i nostri -, sia perché noi proponiamo nuove modalità di rappresentanza.

      Le nostre proposte sono principalmente richieste di equità, di riforme che mirino all’eliminazione di discriminazioni e all’estensione di diritti che dovrebbero essere universali.

      Ci occupiamo delle grandi questioni del

      • Welfare (contributi previdenziali altissimi, superiori a quelli dei dipendenti, ma esclusione dal sistema di tutele e pensione bassissima)
      • Fisco (imposizione fiscale superiore a dipendenti e imprese e strumenti vessatori)
      • Diritti (il diritto del lavoro è oggi soltanto “diritto del lavoro dipendente”; non c’è obbligatorietà nella stipula di contratti; non è rispettata la norma sui tempi di pagamento, ecc.)

      Più in generale siamo interessati a trovare nuove modalità per sostenere il lavoro professionale in una situazione di mercato sempre più difficile, che fatica a riconoscere le competenze, a valorizzare conoscenze e professionalità, a tutelare creatività e innovazione, e per supportare la creazione di reti e di aggregazioni tra professionisti che ne favoriscano il rafforzamento competitivo.

      www.actainrete.it

       

      Quando

      Giovedì 3 marzo 2016 dalle 17:00 alle 19:00

       

      Dove

      Officine On/Off

      Strada Naviglio Alto 4/1 Parma

       

      Come partecipare al seminario

      Partecipazione gratuita previa iscrizione via mail a info@fablabparma.org 

       

       

       

      seminario acta locandina

      X