• Seguici su

Maria Chiara Beccari | Architetto progettista

Ciao a tutti!

Dopo gli studi in Architettura all’Università di Ferrara con la laurea magistrale e il conseguimento dell’abilitazione ho lavorato per due anni in studi di architettura occupandomi di “interior design” per una importante marca d’abbigliamento italiano, ma sebbene sia Architetto progettista il lavoro d’ufficio non fa per me, quindi mi sono lanciata nella realizzazione di oggetti e mobili di varie dimensioni in legno, carta, stoffa, plastica, e cuoio, coltivando la passione per tutto ciò che è “handmade” perché le mani stessero in “pasta” il più possibile. Il contatto con gli altri, la loro cultura, le loro origini e stili di vita, mi ha spinto negli anni a viaggiare tanto, tra Europa e Oriente (Giappone, Cina, Iran, Israele) imparando molto da loro. I tanti volti incontrati mi dicono sguardi: sguardi che si ricevono, che vengono a me, che mi prendono di mira. Essere davanti ad un volto significa in primo luogo essere sotto uno sguardo; aprirsi ad un mondo perché esso stesso è incontro di un mondo. Come “l’altro” inteso come persona, anche l’Arte e la Bellezza che l’arte rivela sono parte di me e piano piano dopo aver abbandonato il lavoro d’ufficio hanno incominciato a segnare una via da percorrere sempre più chiara. Per loro metto a servizio la mia creatività e passione.

La vita mi porta a una continua formazione; a Roma ho frequentato nel 2015 la prima edizione della scuola di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, Mak-ars per ricevere gli strumenti e le competenze per la realizzazione di ausili tattili e così mettere in gioco anche le conoscenze informatiche acquisite allUniversità per perseguire il desiderio che la Bellezza che l’arte rivela sia raggiungibile anche ai ciechi. Mentre a Bologna nel 2017 sono stata ammessa al corso IFTS di Tecnico della produzione multimediale per la valorizzazione della cultura e dell’arte che mi ha permesso di trascorrere un periodo ti stage nell’Ufficio di comunicazione e stampa dell’Urban Center di Bologna occupandomi di grafica istituzionale (video, Gif, impaginazione pannelli, flayer, banner). Un esperienza molto interessante che mi ha aperto gli occhi sul panorama culturale bolognese visto da chi ne studia il volto e lo pensa

 prima che esso diventi pubblico e materiale d’informazione. Parlo di eventi, mostre, musei, social media, marketing e strategie di comunicazione.
Il tutto vissuto da bolognese.

Ora sono nel mondo del Fablab e … sempre avanti

  • 0
X